Cos’è il tartaro

Quanto dura l'anestesia del dentista e come farla passare
Quando fare la pulizia dei denti
20 Febbraio 2021
Asportazione fibromi a Limbiate
5 Marzo 2021

Cos’è il tartaro

Cerchiamo di capire cos’è il tartaro e perché è importante tenerlo sotto controllo. Quando la placca si accumula in bocca, può trasformarsi in una minaccia per la salute dentale ancora maggiore: il tartaro. Questa formazione è una massa calcificata, che aderisce ai denti.

Cos’è il tartaro e quali armi possiamo usare per eliminarlo?

Bisogna sapere che la placca e il tartaro sono entrambe nemici della nostra salute orale, tuttavia in pochi sanno esattamente cosa sono. Conoscere il proprio nemico è un passo fondamentale per vincere la battaglia ma alcune persone confondono addirittura questi elementi. Cerchiamo di chiarire bene cosa sono

Che cos’è la placca? 

La placca dentale è qualcosa che tutti abbiamo sui nostri denti. Questo film morbido e appiccicoso si accumula sui denti dopo che i batteri si mescolano con la saliva e il cibo. Se ti sei mai chiesto perché è così importante lavarsi i denti e passare il filo interdentale ogni giorno, in questo la placca ha molto a che fare.

La placca si forma continuamente sullo smalto dei denti, quindi è tuo compito sbarazzartene continuamente. La placca, lasciata depositare, può portare a problemi come le malattie gengivali,.

Che cos’è il tartaro?

Quando si lascia depositare la placca sui denti, si può incorrere in una serie di problemi di salute orale. Nel tempo la placca si indurirà e si trasformerà in tartaro, che può poi lasciare il posto alla carie e ai problemi che ne derivano. Se poi è presente un’infezione gengivale, l’accumulo di tartaro può peggiorare la situazione.

Bisogna considerare che per rimuovere la placca, avrete bisogno di un dentista, poiché la normale igiene da casa non è in grado di rimuoverla.

Il tartaro colpisce le gengive e non si limita a quelle

Cos'è il tartaro

L’irritazione e l’infiammazione che il tartaro produce può portare a malattie gengivali. La malattia gengivale allo stadio iniziale, che può essere invertita, è nota come gengivite. 

I sintomi includono gengive rosse e gonfie, che sanguinano quando usi il filo interdentale o ti lavi i denti. Purtroppo la gengivite può progredire in parodontite, che non può essere invertita. Oltre alle gengive gonfie, tenere e sanguinanti, si possono verificare: una masticazione dolorosa, gengive che si separano dai denti e la formazione di pus.

I batteri che causano la parodontite possono entrare nel flusso sanguigno, il che può aumentare il rischio di malattie cardiache e polmonari. Ciò rende particolarmente importante cercare cure odontoiatriche se si nota uno di questi sintomi.

Questi gravi effetti sono evitabili lavandosi i denti con lo spazzolini, usando il filo interdentale e sciacquando i denti il ​​più regolarmente possibile.

Come si sviluppa il Tartaro

La placca, che è un film appiccicoso di batteri che si forma costantemente sui denti, può mineralizzarsi a causa dello scambio di ioni di calcio e fosfato, presenti nella saliva. Questo processo crea il tartaro, una massa dura di batteri attaccata alle superfici dei denti.

La placca può indurirsi in tartaro in appena quattro-otto ore. Il tempo medio per la mineralizzazione, tuttavia, è compreso tra 10 e 12 giorni. I tempi di calcificazione possono variare da persona a persona, a seconda del loro pH salivare e della quantità di calcio e di altre sostanze nella loro saliva. Una volta che il tartaro si forma, attira più placca, che nel tempo può diventare un altro strato di materiale calcificato.

Scopri l’eccellenza a portata di mano, lo Studio dentistico Dario Caldarini! Per informazioni su cos’è il tartaro, continua a leggere oppure chiama ora lo 0299053469 o il 3356245448!

Come evitare l’accumulo di tartaro nei denti? 

La placca può indurirsi in tartaro nel giro di poche ore, come abbiamo visto, motivo per cui è così importante spazzolare e usare il filo interdentale ogni giorno. Si consigliano i seguenti elementi:

  • Lava i denti due volte al giorno, due minuti alla volta.
  • Usa uno spazzolino da denti con cui ti senti a tuo agio. La scelta di utilizzare uno spazzolino manuale o elettrico è una questione di preferenze personali: entrambi rimuoveranno efficacemente la placca se usati correttamente e in modo coerente. Tuttavia una maggiore rimozione della placca, avviene con uno spazzolino elettrico.
  • Usa una spazzola a setole morbide.
  • Spazzola ad angolo e includi le gengive. Inclina lo spazzolino a 45 gradi in modo da poter inserire le setole negli angoli tra denti e gengive, dove la placca può nascondersi. Usa lo spazzolino da denti anche sulle aree in cui i denti e il margine gengivale si incontrano.
  • Usa un dentifricio al fluoro.
  • Usa il filo interdentale una volta al giorno.

Alcuni modi per rendere difficile la vita al tartaro 

Rimuovere il tartaro richiede un professionista, ma ci sono cose che puoi fare, oltre a spazzolare regolarmente e usare il filo interdentale, per ridurre la quantità di placca in bocca e controllare l’accumulo di tartaro. 

Queste includono:

  • Dentifricio antitartaro. Uno studio che confrontava l’efficacia di un dentifricio per il controllo del tartaro con uno per la protezione della cavità ha scoperto che coloro che utilizzavano il dentifricio per il controllo del tartaro avevano quasi il 35% in meno di tartaro alla fine dello studio rispetto a quelli che utilizzavano il normale dentifricio al fluoro.
  • Dentifricio con bicarbonato di sodio. Poiché il bicarbonato di sodio è leggermente abrasivo, gli studi dimostrano che i dentifrici con questo ingrediente possono rimuovere meglio la placca rispetto ai dentifrici senza.
  • Evita i dentifrici a base di carbone. I dentifrici a base di carbone non hanno dimostrato di essere efficaci nel controllare il tartaro, né si sono dimostrati sicuri.

Tè 

Uno studio ha scoperto che bere il tè verde può ridurre la quantità di batteri in bocca. Se non vuoi bere il tè, prova un collutorio contenente tè.

Mangiare frutta e verdura fresca 

Poiché promuovono una masticazione vigorosa e quindi la produzione di saliva, questi alimenti possono aiutare a lavare via alcuni dei batteri presenti nella bocca che producono la placca. Lo stesso vale per le gomme da masticare senza zucchero.

Come togliere il tartaro dai denti – ablazione tartaro

Cos'è il tartaro

Una volta che il tartaro si raccoglie sui denti in grandi quantità, deve essere rimosso tramite un processo noto come ablazione tartaro. Un igienista dentale utilizzerà strumenti manuali o un dispositivo ad ultrasuoni per rimuovere il tartaro.

Il dispositivo ad ultrasuoni incorpora una combinazione di vibrazioni ad alta frequenza con acqua per districare il tartaro. Dopo la procedura di detartrasi, il dentista ti programmerà una visita di follow-up a quel punto stabilirà se è necessario un ulteriore trattamento.

Ciò potrebbe avvenire sotto forma di ridimensionamento e pianificazione delle radici o nei casi più gravi di accumulo di tartaro, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico alle gengive.

Ora che hai capito bene cos’è il tartaro, vuoi prenotare il tuo appuntamento? Chiama lo Studio dentistico Dario Caldarini allo 0299053469 o al 3356245448!

Quante volte rimuovere il tartaro 

La frequenza delle visite dentistiche dovrebbe dipendere dalla tua salute orale e dalle raccomandazioni del tuo dentista. Tuttavia, molti dentisti consigliano di sottoporsi a una pulizia dentale e un controllo ogni sei mesi e più spesso se si hanno malattie gengivali o sono a rischio di malattie gengivali (se si fuma o si ha il diabete, ad esempio). Avrai anche bisogno di pulizie più frequenti se sei incline alla formazione di placca (e quindi tartaro).

Lo Studio dentistico Dario Caldarini!

Lo studio Dentistico Dario Caldarini, sito in Limbiate, è un valido punto di riferimento per risolvere qualsiasi tipo di problema con i denti e non solo. Le opzioni di cura presenti nello studio e le specializzazioni dei suoi dottori ne fanno uno dei centri più innovativi e all’avanguardia nelle terapie odontoiatriche e un punto di riferimento anche per alcuni servizi estetici.

Uno staff d’eccellenza

Non sono molti i centri dentali specializzati in zona che possono proporre un’offerta completa come quella che vi andiamo a presentare. Il Dott. Dario Caldarini è il direttore del centro, laureato in Medicina e Chirurgia presso L’Università degli Studi di Milano, specialista in Chirurgia Generale, Ortodonzia e Medicina Estetica e con esperienza ventennale in Implantologia e Chirurgia Orale. Insieme a lui collabora il Dott. Gustavo Saralvo, Medico Chirurgo Dentista, dal 1985 si occupa soprattutto di Ortodonzia presso il suo studio a Milano, collaborando anche con vari colleghi. A completare la squadra abbiamo due assistenti alla poltrona, Giuffrida Carmela e Cioffi Laura e un odontotecnico, Tinelli Piero.

35 anni di esperienza

Da oltre 35 anni il nostro studio è operante nella realtà di Limbiate e zone limitrofe. Durante questi anni lo Studio ha subito una costante evoluzione, rimanendo sempre al passo con i tempi, per quanto riguarda le nuove tecnologie e i nuovi materiali. In molti casi siamo stati precursori nell’uso, ad esempio, del trattamento canalare meccanico, nell’uso del laser in campo chirurgico e paradontale e con l’uso di tecnologie radiografiche endorali digitali che comportano una minore esposizione alle radiazioni da parte dei pazienti.

Conclusioni

Allora, cos’è il tartaro? Ora dovreste avere più informazioni per poter rispondere a questa domanda. Se è arrivato il momento della pulizia per i vostri denti, prendete in considerazione lo Studio Dentistico Dario Caldarini. Sarete accolti in un ambiente confortevole e modernamente attrezzato e troverete medici che sapranno mettervi a vostro agio e che vi consiglieranno una soluzione su misura adatta alle vostre esigenze.

Per maggiori informazioni potete contattare il numero 3356245448 oppure lo 0299053469 per fissare il vostro appuntamento.

Telefono
Whatsapp
Email